Cerchi lavoro come badante? Cerchi la badante ideale per le tue esigenze? Clicca qui
Siti
Il meglio del Web
Siti Piazze Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio
Web Links


La Mamma
La mamma è il fondamento sul quale il cucciolo d'uomo può cominciare a costruire una nozione di quella cosa estremamente complessa che è una relazione fra due esseri umani
-
Partorire
Partorire con gioia,consapevolezza e serenità perché il metodo più efficace per vincere la paura è affrontarla. Affrontare e sconfiggere i timori e i dubbi del parto è possibile conoscendo cosa succede durante il travaglio di parto e come avviene.
-
Bebe
In questa guida troverete validi supporti su come comportarsi al momento della nascita del bebe', il corredo e come curare l'igiene del piccolo sin dai primi giorni di vita
-
Eredi
L'eredità nero su bianco:chi può fare testamento e chi può riceverlo;tipologie di testamento; eredi legittimi ed eredi testamentari;consigli e buon senso in caso di eredità; norme, regole, pendenze e dichiarazione di successione.
-
Buoni Lavoro
Il sito sui Buoni Lavoro, i voucher ideati dal Governo per i contratti di lavoro occasionale accessorio. Informazioni sulla normativa, su come richiederli e su come incassarne il relativo importo.
-
Regolarizzazione
REGOLARIZZAZIONE .IT - Il Portale dedicato alle procedura di regolarizzazione di colf e badanti, e le informazioni sul permesso di soggiorno, dalla sua richiesta al suo rinnovo.
-
Badanti
La sanatoria per badanti e colf: informazioni sulla procedura per presentare la domanda, sui requisiti da rispettare e sui costi relativi.


Diritti e Doveri contrattuali dellla badante e del datore di lavoro

Aspetti contrattuali

Vediamo alcuni aspetti del contratto che fissano diritti e doveri delle parti:

1) Tredicesima: indipendentemente dall'entità della prestazione lavorativa ( giornaliera o settimanale), alla collaboratrice domestica, badante o colf che sia, spetta di diritto la tredicesima, che in soldoni è pari ad una mensilità, da versarle obbligatoriamente entro la fine dell'anno.

Dove

2) Malattia: se la colf o la badante si assentano dal lavoro per malattia, l' Inps non le paga alcuna indennità. Infatti, a differenza di quanto accade per la generalità degli altri lavoratori, in questo caso il contributo versato all'Inps assicura le prestazioni sanitarie e farmaceutiche, ma non paga alcuna indennità. La badante, o la colf, hanno diritto alla conservazione del posto, per periodi differenti secondo l'anzianità maturata presso la stessa famiglia:
 
- 10 giorni, per anzianità fino a sei mesi
- 45 giorni, se ha più di sei mesi di servizio, fino a due anni
- 180 giorni, se l'anzianità di servizio supera i due anni 
 

3) Infortunio: cosa bisogna fare se la badante o la colf  subiscono un infortunio tra le nostre pareti domestiche? Se il certificato del medico dichiara l'infortunio guaribile in tre giorni, non bisogna fare nulla. Se invece l'incidente provoca l'inabilità della lavoratrice per almeno quattro giorni, bisogna comunicare quanto accaduto all' Inail ( e all'autorità di Polizia) , allegando il referto del Pronto Soccorso o il certificato del medico,
ed il pagamento del salario viene garantito nella seguente misura:

- al  50% della retribuzione fino al terzo giorno di malattia
- al 100% della retribuzione dal quarto giorno in poi di malattia
 
fino a un massimo di:

-  8 giorni, per anzianità fino a sei mesi
- 10 giorni, per anzianità da sei mesi a due anni
- 15 giorni, per anzianità superiori a due anni
 
Per il lavoratore domestico non convivente il certificato medico va obbligatoriamente spedito al datore di lavoro entro tre giorni dall'evento (farà fede il timbro postale di partenza).
 

 Fine del rapporto di lavoro:

1) Preavviso: la fine del rapporto di lavoro può avvenire per dimissioni del lavoratore o per licenziamento. In entrambi i casi , chi decide di cessare il rapporto, è tenuto a darne  comunicazione all'altra parte con anticipo. Se l' anzianità di servizio della badante è inferiore a 5 anni, il preavviso deve essere di 15 giorni in caso di licenziamento e di 7 giorni e mezzo in caso di dimissioni. Se invece l'anzianità di servizio della badante è superiore ai 5 anni , il periodo di preavviso raddoppia: 30 giorni in caso di licenziamento e 15 giorni in caso di dimissioni . Per le badanti che lavorano ad ore, il preavviso è di 8 e 15 giorni , a seconda del fatto che l'anzianità sia inferiore o superiore ai 2 anni.

2) Liquidazione: sia in caso di dimissioni che in caso di licenziamento, alla badante spetta un'indennità di fine rapporto (Tfr). Per i periodi di servizio a partire dal 1990 viene calcolato, anno per anno, sommando tutte le retribuzioni corrisposte in ciascun mese ( tredicesima compresa) e dividendo il risultato per 13,5. Gli importi ottenuti devono poi essere rivalutati, tranne quello relativo all'anno in corso , in base all'indice Istat sul costo della vita. Previ accordi, la legge consente che ai collaboratori domestici il Tfr venga pagato ogni anno. Dopo 8 anni di servizio, la collaboratrice domestica può chiedere un anticipo della liquidazione pari al 70% di quanto già maturato.

 

 

Mercatini di Natale
badante.it

Badante.it è una guida per le numerose famiglie italiane che, a causa dell' invecchiamento della popolazione del nostro Paese con la conseguente crescita del numero di anziani non più auto sufficienti,hanno bisogno di una badante per i propri cari
Argomenti

Il mercato delle badanti
L'assunzione di una badante
Cosa fare per evitare l'evasione contributiva delle badanti
Diritti e Doveri contrattuali dellla badante e del datore di lavoro
Curiosità